3247746607

Comunicato Stampa Ufficiale USPL per motivare la nostra assenza alle fiaccolate di pace organizzate dalle amministrazioni

comunicato stampa uspl fiaccolate pace
Condividi se ti piace:

71 / 100
Tempo di lettura: 6 minuti

ajax loader

Comunicato stampa: Urgente è la tregua, giusto è volere una discussione, non schierarsi a favore SOLO dell’Ucraina e fare INUTILI “fiaccolate di pace” in favore SOLO ED ESCLUSIVAMENTE dell’Ucraina. Noi di USPL siamo per il “Non uccido in nome della bandiera italiana” e siamo sempre e saremo sempre COERENTI nelle cose che facciamo o diciamo! Leggi l’articolo per saperne di più!

Questo articolo ha una valutazione di

0
(0)

Valutalo, dopo averlo letto, alla fine dell’articolo.

Spendi i prossimi 2 minuti a fare una donazione a Uspl.it, e passerai i prossimi 12 mesi fiero di essere stato fra quelli che non hanno mai smesso di credere, neppure per un secondo, che prima o poi il cambiamento sarebbe arrivato. Grazie, come sempre!

Sostienici

IMPORTANTE: le opinioni espresse nelle interviste, negli interventi, negli editoriali e in tutti i contenuti pubblicati sulle piattaforme di pertinenza, non rispecchiano necessariamente le opinioni dell’Associazione USPL e dei membri del consiglio direttivo.

COMUNICATO STAMPA UFFICIALE USPL PER MOTIVARE LA NOSTRA ASSENZA ALLE FIACCOLATE DI PACE ORGANIZZATE DALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CALTANISSETTA

Dopo le recenti “fiaccolate della pace” organizzate dalla nostra amministrazione a Caltanissetta e in giro per tutta Italia, noi di USPL Unione Sindacale Per La Libertà motiviamo con questo Comunicato Stampa Ufficiale le motivazioni della nostra assenza a tali “fiaccolate e raduni di INCOERENZA” totale.

“Manifestiamo per la pace ma inviamo armi per fare la guerra.”

In Italia vige una grossa discriminazione in atto e hanno indotto fratelli a sbranare fratelli, poi per l’Estero invece si fanno fiaccolate di pace.

Non dimenticate quindi, prima di scendere in piazza per gli Ucraini, di fare pace col vostro vicino, con i vostri vecchi amici, con i genitori e con i vostri fratelli… perché anche gli ucraini (moltissimi), non hanno fatto il vaccino.

A noi sembra l’ennesima PRESA IN GIRO, nel quale si fa addirittura business (come al solito) sfruttando quello che va in voga e viene trasmesso dai mass media al momento.

Dov’erano queste persone quando TANTE FAMIGLIE ITALIANE erano e continuano ad essere in difficoltà prima a causa del lockdown e successivamente a causa dell’introduzione del green pass base e dopo ancora con il super green pass?

NOI DI USPL QUESTE FAMIGLIE ITALIANE LE STIAMO AIUTANDO REALMENTE IN MANIERA CONCRETA!

Una guerra è una guerra, se si manifesta per la PACE, non si manifesta per UN SOLO POPOLO, ma per tutte le bandiere, in questo caso quindi anche per la pace in Russia, mentre invece l’amministrazione e chi organizza queste fiaccolate di IPOCRISIA sfoggia e appoggia solo la bandiera Ucraina, come potete vedere dai loro stessi slogan in foto qui di seguito! (Continua a leggere dopo la foto)

comunicato stampa

Noi di USPL siamo contro la guerra e lo saremo sempre a prescindere, ma siamo stati e saremo sempre COERENTI nelle cose.

Non parteciperemo mai a fiaccolate di “pace” organizzate da persone, enti e partiti politici che fino a ieri chiamavano e definivano “untori” persone che per liberissima scelta hanno deciso di non sierarsi.

Enti che fino a ieri rifiutavano di far entrare in mensa POVERI perché sprovvisti di green pass e che OGGI STIAMO AIUTANDO NOI DI USPL CON DEI PACCHI ALIMENTARI, ottenuti grazie a delle donazioni libere dei cittadini.

La pace è fatta di senso di comunità, di gesti e di tanta umanità.

Non dimentichiamocelo mai, non dimentichiamo chi in queste settimane soffre sotto le bombe nella violenza e vede solo distruzione, ma NON DOVREMMO MAI DIMENTICARE ANCHE DELLE FAMIGLIE ITALIANE IN DIFFICOLTÁ.

Questi, che puoi visionare qui di seguito, sono i veri aiuti che servono agli Italiani in questo periodo e USPL si sta prodigando per dare aiuti! (Continua a leggere dopo la foto)

raccolta alimentare uspl

Mentre si organizzano “fiaccolate di pace”, si inviano armi per combattere in guerra, piuttosto che cercare dialogo e pace (e la Russia si sa bene che adesso ha dato delle opzioni per far fermare la guerra, cosa che non importa all’Europa e alla Nato).

Stanno invece buttando benzina sul fuoco, perché questa è una guerra che deve prolungarsi, perché conviene così a qualcuno.

Non ci ricordiamo di fiaccolate di pace per le tragedie nel Donbass, nè per la guerra in Afghanistan, nè per quella in Iraq e moltissime altre, ma di questa guerra però si sventolano le bandiere e vogliono “apparire” tutti solidali.

La COERENZA innanzitutto… questa sconosciuta per molti.

In America c’è la tendenza a considerare Putin un uomo malvagio alla Hitler, e questo è un modo semplicistico di trattare con lui. Come ha notato Henry Kissinger, l’antiputinismo non è una politica.

Putin non si fida della politica estera americana e teme, non senza ragione, che la NATO aggiunga l’Ucraina alla lista degli ex territori sovietici passati all’alleanza.

Una sfiducia non limitata a lui, tra l’altro, ma condivisa dalla maggioranza dei cittadini russi, compreso Mikhail Gorbaciov. Mandare armi significherebbe rinforzare questa opinione. (Continua a leggere dopo la foto)

fiaccolata di pace

Troppo spesso gli USA hanno inviato aiuti militari a governi o eserciti incapaci o non disposti a usarli. Talvolta le armi sono poi finite in mani nemiche, come per esempio l’ISIS.

Lo stesso avverrebbe in Ucraina: come commenta una fonte non ufficiale del Cremlino, queste cadrebbero ben presto nelle mani dei separatisti.

Tra l’altro il governo ucraino è spaventosamente corrotto e le sue forze armate sono un misto di regolari e volontari: non è che poi questi armamenti finirebbero in Iraq, Siria, Libia o Afghanistan?

Spendere miliardi di dollari per armare l’Ucraina sarebbe uno sperpero di denaro pubblico, destinabile a miglior causa. Il Paese rimarrebbe ugualmente paralizzato, l’economia europea ne soffrirebbe e la Russia sarebbe ancora più infuriata e difficile da trattare.

Un aumento delle tensioni tra USA e Russia riguardo all’Ucraina ostacolerebbe la collaborazione e ridurrebbe la capacità americana di fronteggiare altre importanti problematiche, come i cambiamenti climatici, la riduzione degli armamenti nucleari, il terrorismo, l’ISIS e le ambizioni nucleari iraniane.

Al contrario, migliorare le relazioni con la Russia aiuterebbe ad affrontare alcuni di questi problemi.

Tutti abbiamo visto i titoli e le paginate dedicate a chi si arma, kalashnikov in mano “per amore dei figli” e per “uccidere i russi come cani”, «e non si può che solidarizzare con chi difende casa e bambini, ma in questa narrazione enfatica mi pare ci sia una buona dose di nazionalismo che non ci appartiene.

Per questi e per tantissimi altri motivi, che non scriveremo per non dilungarci troppo, noi dell’Associazione USPL Unione Sindacale Per La Libertà ci asteniamo e non parteciperemo MAI a “FIACCOLATE  E RACCOLTE FONDI DI INCOERENZA E DI IPOCRISIA” come queste!

Quanto è stato utile questo post?

Clicca sulla stella per votarla!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Visto che hai trovato utile questo post...

Seguici sui social!

Ci dispiace che questo post non ti sia stato utile!

Miglioriamo questo post!

Ci racconti come possiamo migliorare questo post?


C’È UNA SOLA ASSOCIAZIONE SINDACALE LIBERA E INDIPENDENTE: TI SEI RICORDATO DI SOSTENERLA?

Sostieni USPL con la tua donazione, basta un piccolo contributo, il tuo aiuto può fare la differenza.


Fino al nostro ultimo aggiornamento, avvenuto il 23 Settembre 2022 @ 23:13, abbiamo realizzato un totale di 89 articoli, per un totale di 210,170 parole, all’interno di 10 categorie e abbiamo un totale di 42 utenti registrati al nostro social network dei leoni.

E vi abbiamo mostrato in maniera integrale quello che da nessun altra parte sul web avreste mai visto. Tantissimi italiani che hanno seguito o seguono i nostri contenuti, li hanno trovati interessanti.

Tutto questo, lo abbiamo realizzato solo con le vostre donazioni. Per essere indipendenti. Per non avere debiti, né di riconoscenza, né finanziari.

Se credi che il nostro lavoro sia importante, ricordati di sostenerlo, perchè ci sono cose nella vita di cui si sente la mancanza solo quando non ci sono più e 13 donatori, che hanno effettuato 13 donazioni, donandoci un totale di 346,79 € hanno già creduto in noi e in quello che sinora abbiamo fatto e faremo in futuro.

Scegli di supportare il nostro lavoro contribuendo a coprire le spese di gestione del sito web, del blog, i vari progetti, partecipazione a iniziative, eventi accessibili e manifestazioni che intendiamo promuovere.



Cause che necessitano la tua urgente attenzione

Dona con PayPal o Carta di credito qui di seguito:


Oppure dona con Bonifico Bancario:

Beneficiario: Soldo
IBAN: IT47Z03268223000VR000048486
BIC/Swift: SELBIT2BXXX
Banca: Banca Sella
Identificativo causale: 58321845
(Il codice identificativo causale è obbligatorio e va inserito così come mostrato, come causale per ogni bonifico)
Indirizzo banca: Piazza Gaudenzio Sella, 1 – 13900 BIELLA
Indirizzo beneficiario: C/O WeWork, 119 Marylebone Road, NW1 5PU London, UK


È possibile sostenere l’associazione USPL Unione Sindacale Per La Libertà attraverso una donazione, basta un piccolo contributo, il tuo aiuto può fare la differenza.


Ecco l’albo d’oro dei cavalieri di USPL, che stanno combattendo la battaglia della libertà di informazione:

  1. prova prova

    101,79 €
  2. Maria Grazia Costa

    10,00 €
  3. Gabriella Strangis

    5,50 €
  4. Emilia Galanti

    5,00 €
  5. Giulia Abbate

    5,00 €
  6. salvatore vitaliti

    20,00 €
  7. Eva Intagliata

    50,00 €
  8. Alessia Cesare

    10,00 €
  9. Gianfranco Cilia

    100,00 €
  10. Giuseppe Scarlata

    20,00 €
  11. Giovanna Cravotta

    10,00 €
  12. Salvatore Ruben Spatola

    5,00 €
  13. Angela Rindone

    5,00 €


Gentile lettore,

voglio esprimere la mia più sincera gratitudine per aver visitato questa pagina e per il contributo che stai per concedere al sito Uspl.it, noi non abbiamo sponsor o altri contributi tranne il tuo, con la tua donazione ci aiuterai ad andare avanti per fornire quell’informazione libera in cui noi tutti crediamo.

Sostieni il uspl.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per garantire un’informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale, delle azioni atte a far crollare l’economia e molti altri temi da un’altra prospettiva è rischioso.

Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l’informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de uspl.it e difendi l’informazione libera!

A nome di tutta la direzione, Grazie!



Condividi se ti piace:

Partecipa alla discussione scrivendo un commento

>
Il nostro team di assistenza clienti è qui per rispondere alle tue domande. Chiedici qualsiasi cosa!