3247746607

Il discorso trascritto di John F. Kennedy sulle società segrete e la libertà di stampa del 1961

discorso kennedy societa segrete
Condividi se ti piace:

Tempo di lettura: 6 minuti

ajax loader

Il discorso di John F. Kennedy sulle società segrete e la libertà di stampa: Quando qualcuno vi chiama Complottista, fate leggere questo discorso citato da una persona che ha perso la sua vita per difendere la libertà di opinione e quando ascoltate dei politici parlare in nome di un qualsiasi potere costituito ad una platea di pecore che pendono dalle loro labbra, non abbiate paura di difendere a spada tratta la sola cosa che vi rende autentici membri del genere umano… il diritto di esprimere liberamente le proprie idee. Leggi l’articolo adesso per saperne di più!

Sponsorizzato

Il discorso di John F. Kennedy sulle società segrete e la libertà di stampa – Trascritto in testo

Quando qualcuno vi chiama Complottista, fate leggere questo discorso citato da una persona che ha perso la sua vita per difendere la libertà di opinione e quando ascoltate dei politici parlare in nome di un qualsiasi potere costituito ad una platea di pecore che pendono dalle loro labbra, non abbiate paura di difendere a spada tratta la sola cosa che vi rende autentici membri del genere umano…

…. il diritto di esprimere liberamente le proprie idee.

Testo dedicato a tutti i politici e giornalisti di regime vigliacchi ed intellettualmente corrotti i quali hanno ceduto l’anima al diavolo nonostante le parole profetiche di John F. Kennedy citate 50 anni fa prima di essere ucciso.

Il discorso di John F. Kennedy sulle società segrete

Quello che segue è il discorso di John F. Kennedy alla Newspaper Publishers Association of America del 27 aprile 1961, pronunciato esattamente 939 giorni prima del suo assassinio, avvenuto il 22 novembre 1963.

il discorso di john fitzgerald kennedy sulle società segrete e la libertà di stampa

L’abbiamo ascoltato per la prima volta anni fa, ma proprio l’altro giorno abbiamo sentito l’ispirazione di trascriverlo in un testo.

Abbiamo trovato solo una parte di questo discorso trascritto su http://en.wikiquote.org/wiki/John_F.Kennedy#Address_to_ANPA.281961.29.

Tuttavia, contiene anche altre parti del discorso che non sono incluse nella presentazione audio da cui noi l’abbiamo presa.

ECCO IL TESTO INTEGRALE DEL DISCORSO DI JOHN F. KENNEDY:

“Signore e signori… La stessa parola “segreto” è ripugnante in una società libera e aperta.

E noi, come popolo, siamo intrinsecamente e storicamente contrari alle società segrete, ai giuramenti segreti e alle procedure segrete. Abbiamo da tempo deciso che i pericoli di un occultamento eccessivo e ingiustificato di fatti pertinenti superano di gran lunga i pericoli citati per giustificarlo.

Anche oggi non ha molto valore opporsi ai lacci di una società chiusa imitandone le restrizioni arbitrarie. Ancora oggi, non ha molto valore garantire la sopravvivenza della nostra nazione se le nostre tradizioni non sopravvivono con essa. E c’è il grave pericolo che l’annunciata necessità di una maggiore sicurezza venga colta da coloro che sono ansiosi di estenderne il significato fino ai limiti della censura e dell’occultamento ufficiali.

Questo non intendiamo permetterlo, nella misura in cui è sotto il mio controllo. E nessun funzionario della mia amministrazione, alto o basso, civile o militare, dovrebbe interpretare le mie parole di stasera come una scusa per censurare le notizie, soffocare il dissenso, coprire i nostri errori o nascondere alla stampa o al pubblico i fatti che meritano di conoscere.

Perché ci opponiamo in tutto il mondo a una cospirazione monolitica e spietata che si basa principalmente su mezzi occulti per espandere la propria sfera d’influenza, sull’infiltrazione invece che sull’invasione, sulla sovversione invece che sulle elezioni, sull’intimidazione invece che sulla libera scelta, sulla guerriglia di notte invece che sugli eserciti di giorno.

È un sistema che ha dedicato vaste risorse umane e materiali alla costruzione di una macchina altamente efficiente che combina operazioni militari, diplomatiche, di intelligence, economiche, scientifiche e politiche. I suoi preparativi sono nascosti, non pubblicati. I suoi errori vengono insabbiati, non pubblicati. I suoi dissidenti vengono messi a tacere, non elogiati. Nessuna spesa viene messa in discussione, nessuna voce viene pubblicata, nessun segreto viene rivelato.

Nessun presidente dovrebbe temere il controllo pubblico del suo programma. Perché da questo esame nasce la comprensione, e da questa comprensione nasce il sostegno o l’opposizione, ed entrambi sono necessari. Non sto chiedendo ai vostri giornali di sostenere un’amministrazione. Ma vi chiedo di aiutarmi nell’immane compito di informare e allertare il popolo americano. Perché ho piena fiducia nella risposta e nella dedizione dei nostri cittadini, purché siano pienamente informati.

Non solo non potrei soffocare la polemica tra i suoi lettori, ma anzi la accolgo con favore. Questa amministrazione intende essere onesta sui propri errori. Perché, come disse una volta un saggio, un errore non diventa tale finché non ci si rifiuta di correggerlo. Intendiamo assumerci la piena responsabilità dei nostri errori. E ci aspettiamo che ce li indichiate quando ci sfuggono.

Senza dibattito, senza critica, nessuna amministrazione e nessun Paese possono avere successo, e nessuna repubblica può sopravvivere. Per questo motivo il legislatore ateniese Solone decretò che era un crimine per qualsiasi cittadino sottrarsi alle controversie.

Ecco perché la nostra stampa è stata protetta dal Primo Emendamento, l’unica attività in America specificamente protetta dalla Costituzione, non principalmente per divertire e intrattenere, non per enfatizzare il banale e il sentimentale, non per dare semplicemente al pubblico ciò che vuole, ma per informare, risvegliare, riflettere, esporre i nostri pericoli e le nostre opportunità, indicare le nostre crisi e le nostre opzioni, dirigere, plasmare, educare e talvolta anche far arrabbiare l’opinione pubblica.

Ciò significa una maggiore copertura e analisi delle notizie internazionali, che non sono più lontane e straniere, ma vicine e locali. Significa una maggiore attenzione a migliorare la comprensione delle notizie, oltre che a migliorarne la trasmissione. E significa, infine, che il governo, a tutti i livelli, deve adempiere all’obbligo di fornirvi le informazioni più complete possibili al di fuori dei confini ristretti della sicurezza nazionale.

Così alla stampa, al registratore delle azioni dell’uomo, al custode della sua coscienza, al messaggero delle sue notizie, cerchiamo forza e aiuto. Confidando che, con il suo aiuto, l’uomo sarà ciò che è nato per essere, libero e indipendente.”

john f. kennedy
_Il Presidente John Fitzgerald Kennedy_

Quanto è stato utile questo post?

Clicca sulla stella per votarla!

Voto medio 4.4 / 5. Conteggio voti: 9

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Visto che hai trovato utile questo post...

Seguici sui social!

Ci dispiace che questo post non ti sia stato utile!

Miglioriamo questo post!

Ci racconti come possiamo migliorare questo post?


Questo articolo ha una valutazione di

4.4
(9)

Valutalo, dopo averlo letto, alla fine dell’articolo.

Spendi i prossimi 2 minuti a fare una donazione a Uspl.it, e passerai i prossimi 12 mesi fiero di essere stato fra quelli che non hanno mai smesso di credere, neppure per un secondo, che prima o poi il cambiamento sarebbe arrivato. Grazie, come sempre!

Sostienici

IMPORTANTE: le opinioni espresse nelle interviste, negli interventi, negli editoriali e in tutti i contenuti pubblicati sulle piattaforme di pertinenza, non rispecchiano necessariamente le opinioni dell’Associazione USPL e dei membri del consiglio direttivo.

C’È UNA SOLA ASSOCIAZIONE SINDACALE LIBERA E INDIPENDENTE: TI SEI RICORDATO DI SOSTENERLA?

Sostieni USPL con la tua donazione, basta un piccolo contributo, il tuo aiuto può fare la differenza.


Fino al nostro ultimo aggiornamento, avvenuto il 23 Gennaio 2023 @ 11:29, abbiamo realizzato un totale di 115 articoli, per un totale di 310,326 parole, all’interno di 22 categorie e abbiamo un totale di 25 utenti registrati al nostro portale di informazione libera.

E vi abbiamo mostrato in maniera integrale quello che da nessun altra parte sul web avreste mai visto. Tantissimi italiani che hanno seguito o seguono i nostri contenuti, li hanno trovati interessanti.

Tutto questo, lo abbiamo realizzato solo con le vostre donazioni. Per essere indipendenti. Per non avere debiti, né di riconoscenza, né finanziari.

Se credi che il nostro lavoro sia importante, ricordati di sostenerlo, perchè ci sono cose nella vita di cui si sente la mancanza solo quando non ci sono più e 20 donatori, che hanno effettuato 23 donazioni, donandoci un totale di 520,00 € hanno già creduto in noi e in quello che sinora abbiamo fatto e faremo in futuro.

Scegli di supportare il nostro lavoro contribuendo a coprire le spese di gestione del sito web, del blog, i vari progetti, partecipazione a iniziative, eventi accessibili e manifestazioni che intendiamo promuovere.



Cause che necessitano la tua urgente attenzione

Dona con PayPal o Carta di credito qui di seguito:


Oppure dona con Bonifico Bancario:



È possibile sostenere l’associazione USPL Unione Sindacale Per La Libertà attraverso una donazione, basta un piccolo contributo, il tuo aiuto può fare la differenza.


Ecco l’albo d’oro dei cavalieri di USPL, che stanno combattendo la battaglia della libertà di informazione:

  1. Anonimo

    20,00 €
  2. Sonia Vitale

    5,00 €
  3. Maria Grazia Costa

    5,00 €
  4. salvatore vitaliti

    5,00 €
  5. Davide Piccione

    5,00 €
  6. Maria Carmela Pardi

    5,00 €
  7. Anonimo

    5,00 €
  8. Claudia Baldini

    25,00 €
    Bravi
  9. Nadia Castello

    20,00 €
  10. Maken Staniscia

    180,00 €
  11. Maria Grazia Costa

    10,00 €
  12. Gabriella Strangis

    5,00 €
  13. Emilia Galanti

    5,00 €
  14. Giulia Abbate

    5,00 €
  15. salvatore vitaliti

    20,00 €
  16. Eva Intagliata

    50,00 €
  17. Alessia Cesare

    10,00 €
  18. Gianfranco Cilia

    100,00 €
  19. Giuseppe Scarlata

    20,00 €
  20. Giovanna Cravotta

    10,00 €
  21. Salvatore Ruben Spatola

    5,00 €
  22. Angela Rindone

    5,00 €


Gentile lettore,

voglio esprimere la mia più sincera gratitudine per aver visitato questa pagina e per il contributo che stai per concedere al sito Uspl.it, noi non abbiamo sponsor o altri contributi tranne il tuo, con la tua donazione ci aiuterai ad andare avanti per fornire quell’informazione libera in cui noi tutti crediamo.

Sostieni il uspl.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per garantire un’informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale, delle azioni atte a far crollare l’economia e molti altri temi da un’altra prospettiva è rischioso.

Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l’informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream.

Diventa anche tu sostenitore de uspl.it e difendi l’informazione libera!

A nome di tutta la direzione, Grazie!



Condividi se ti piace:

Partecipa alla discussione scrivendo un commento

>
Il nostro team di assistenza clienti è qui per rispondere alle tue domande. Chiedici qualsiasi cosa!